Da Eudora ad Outlook: odissea di una migrazione – le premesse

Migrare da Eudora ad Outlook: ecco le motivazioni della scelta.

Sono di recente dovuto passare da Eudora ad Outlook: una scelta non facile, ma obbigata. Ecco perché.

Ho usato Eudora (uno dei più antichi client di posta elettronica) per una quindicina d’anni, sin dalla release 3.x.
Ovviamente avevo preso le mie abitudini, e non avevo nessuna intenzione di cambiare, anche se la Qualcomm aveva già da tempo smesso di sviluppare il prodotto.

Da un po’ di tempo però una delle manchevolezze di Eudora, e cioè il fatto che non supporti i caratteri Unicode (quelli per le lettere accentate, per intenderci), iniziava a diventare fastidiosa, dato che i messaggi che mi arrivano sono in gran parte fatti così.

Inoltre, il fatto di non conoscere bene Outlook mi impediva di offrire ai miei clienti un aiuto quando avevano problemi col prodotto.

Decido quindi di passare ad Outlook (non altri client, per il motivo appena detto, del supporto ai clienti).

Mi scontro subito con il primo, enorme problema: gli allegati. Sì, perché Eudora ha un modo tutto suo di gestire gli allegati: essi sono memorizzati come file singoli, staccati dal messaggio, in una cartella predefinita (può sembrar scomodo, ma per alcune esigenze è conveniente); e per via di questo suo modo strano, l’importatore di Outlook importa tutto da Eudora, tranne gli allegati. Anche passando per Outlook Express (come consigliato da Microsoft per preservare alcune informazioni di Eudora) gli allegati non vengono migrati.

Parto quindi alla ricerca di un software che permetta di migrare gli allegati; per fortuna esiste: si chiama Aid4Mail.

continua… [post=806]

7 risposte a “Da Eudora ad Outlook: odissea di una migrazione – le premesse”

  1. Sono da giorni alla ricerca di un sistema che mi consenta di passare da Eudora ad Outlook e non so proprio come ringraziarti per avermi segnalato Aid4Mail che scaricherò nel weekend nel mio pc principale.. Ti chiedo anche, a questo punto, se hai qualche suggerimento sull’uso dello stesso, considerando che il mio inglese non è granchè.. Ho migliaia di email in Eudora, in ca. 20 cartelle..
    Come ti trovi con Outlook, dopo questi mesi..?
    Grazie ancora

  2. Per quanto riguarda l’uso di Aid4Mail, il programma è abbastanza intuitivo e non ci sono particolari difficoltà. La raccomandazione più che ovvia, ma non fa mai male ripeterla, è di fare un backup completo di Eudora, programmi e dati.

    Per quanto riguarda invece le mie impressioni su Outlook, dopo qualche mese di utilizzo esse rimangono essenzialmente quelle già espresse negli articoli. La cosa che trovo più fastidiosa è l’esasperante lentezza nelle ricerche.

  3. Ho provato a scaricare e usare la versione di prova e mi ha importato tutto in una nuova cartella “Imported mail” .. ma solo in numero limitato (50 per cartella). Mi secca un po’ spendere 50 euro per un uso “Una tantum”.. ma mi sembra che non ci sia altro modo.
    Immagino che tu abbia fatto così.

  4. Dal mio punto di vista, è un importo ben speso.

  5. L’ho speso anch’io e mi sono risolto tutto magicamente. Avanzi un drink! Grazie veramente.
    Alberto

  6. Buon giorno,

    Sto cercando uno strumento che mi faccia il passaggio da Eudora su Windows X.P. ad Outlook 2010 su Windows 7. La cartella di Eudora presente in c:\programmi\qualcomm\eudora sul pc con Windows X.P. l’ho già copiata su hard disk esterno…. , ma non so come esportare il tutto su Windows 7 con Outlook 2010, qualche idea? grazie

  7. Puoi usare Aid4Mail come ho fatto io. Trovi il link nell’articolo.

Replica

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: